novembre 28, 2014

Notizie da Verona!

E' grazie alla signora Jenny, responsabile della Fiera del Riso di Isola della Scala, che ci ha dato un prezioso consiglio, cioè lasciare lì l'auto stracolma e prendere il treno per Verona, se siamo finalmente giunti in città anche solo per una capatina-toccata e fuga di 2 ore!
Ma abbiamo visto tutto quello che in così poco tempo era umanamente possibile, l'essenziale insomma: l'Arena, piazza Erbe, casa di Giulietta (preparo un post a parte...), piazza dei Signori, piazza Erbe.
Ci siamo addirittura infiltrati, fino allo scoprimento della responsabile con conseguente cacciata che si è rivolta a noi dicendo: "Siete presepisti? No? Allora dovete uscire. Tornate quando ci sarà la mostra, durante le vacanze di Natale!", nell'Arena mentre montavano, nelle nicchie naturali dell'anfiteatro romano, dei presepi provenienti da tutto il mondo in una cornice molto suggestiva fatta di drappi rossi e luci direzionali.
Quando ci sarebbe ricapitato?
In un freddo polare artico da far battere i denti, ci siamo diretti poi sotto il balconcino di Giulietta e deciso addirittura di pagare il biglietto per la visita interna della dimora. Potevamo evitarlo? Non credo...
Due ore proficue e divertenti.
Ripartenza per Torino alle 14.

Porta Nuova, opera di Michele Sanmicheli






































Piazza dei Signori con la statua di Dante, il Palazzo del Governo e la loggia del Consiglio















Le arche scaligere, luogo in cui riposano alcuni dei Signori di Verona






Isola della Scala (Vr) - Torre scaligera - XIII secolo

Isola della Scala (Vr) - Torre scaligera - XIII secolo

Nessun commento: