aprile 16, 2013

Pane del giorno


Più che del giorno, bisognerebbe dire della notte. Tra una cosa e un'altra, finisco sempre per infornare intorno alla mezzanotte: è un rito ormai. La lievitazione deve essere lunga, lunghissima, con la pasta madre. Senza esagerare, onde evitare sgonfiamenti di lievitazione o inacidimenti esagerati dell'impasto. In rete si trovano tutti i passaggi, le foto pre e post infornata, ingredienti e tecniche. Io faccio sempre tutto ad occhio. Lo so, sbaglio. In pasticceria, soprattutto, bisogna essere precisi al milligrammo; e così per la panificazione.
Però mi piace così: il risultato è sempre una sorpresa e i miglioramenti progressivi, correggendo gli errori che posso commettere.
Stasera ho formato 4 piccole baguettes integrali, preparate con farina bio dell'Ipercoop, avendo, purtroppo, finito tutte le farine speciali integrali di farro, frumento e segale comprate nelle Langhe, dal "Mulino Sobrino". Mi accontento di questa, aspettando nuovi acquisti.
In foto, i panini prima di essere messi, per un'ora, in forno preriscaldato a 50°,
per la seconda lievitazione.



Dopo un'ora, pronte per essere infornate

Panini sfornati e messi ad asciugare su griglia

Nessun commento: