aprile 03, 2013

Museo Egizio di Torino

Visita odierna presso il Museo Egizio di Torino. Il secondo per importanza più grande del mondo dopo quello de Il Cairo.


http://www.museoegizio.it/pages/storia.jsp

http://it.wikipedia.org/wiki/Museo_egizio_%28Torino%29






Alla base dei sarcofagi, sono poste delle ampolle colme di quel sale utilizzato per l'imbalsamazione: il natron (carbonato idrato di sodio). Deriva il suo nome dalla parola egizia del sale "Ntry", che significa puro, divino, aggettivazione di "Ntr" che significa dio. Il simbolo del sodio (Na) deriva dal nome latino del "natrium". Il nome latino "natrium" deriva poi dal greco nítron, che a sua volta derivava dal nome egizio. La sostanza ha dato il nome all'antico luogo estrattivo, Wadi el-Natrun, un lago quasi asciutto in Egitto che conteneva elevate quantità di carbonato di sodio (Na2CO3).
Le interiora venivano essiccate in questo modo.
Talvolta si iniettava attraverso il retto la soda caustica per bruciare gli organi interni.
.



















































































La magica illuminazione scenografica del pluripremiato agli Oscars http://it.wikipedia.org/wiki/Dante_Ferretti




http://www.museoegizio.it/pages/dea_sekhmet.jsp





http://www.museoegizio.it/pages/thutmosi_terzo.jsp

Statua di Sethi II










http://www.museoegizio.it/pages/ramessee.jsp


http://www.museoegizio.it/pages/sfinge.jsp































http://www.museoegizio.it/pages/merit2.jsp

http://www.museoegizio.it/pages/merit2.jsp

































Appunti:
Vasi canopi: vasi contenenti le interiora
Sarcofagi: 3 sorelle Gatto, Topolina e Buonanno nomi delle 3 sorelle, con padre sacerdote,
Sarcofagi con forme di un umano
Scarabei del cuore: il cuore era considerato la sede della coscienza, infatti era pesato davanti ad Osiride Amuleti: erano usati per proteggere il corpo del defunto e venivano posti tra le bende in corrispondenza di determinate parti del corpo (spesso, il cuore).
Sarcofagi antropoidi con forme umane.
Canopi a nome di Horteb: con coperchi a testa dei 4 figli di Horus.
Imbalsamazione: lavaggio con sale minerale e organi trattati separatamente
Ushabiti: statue funerarie. http://it.m.wikipedia.org/wiki/Ushabti
Visto il modello in scala della tomba da Nefertari: fu realizzato poco dopo la scoperta nel 1904 di e.Schiaparelli.
Libro dei morti di Kha: il libro dei morti era una sorta di guida attraverso l'aldilà.
Dea Sekhmet faraone Thutmosi III, faraone Sethi II, Tempio di Ellesija scavato nel deserto dedicato da Thutmosi.
Copia della stele di Rosetta.



Nessun commento: