marzo 31, 2011

Ciak, si mangia! N° 0



Ieri sera la Cena di Gala n° 0 "Ciak, si mangia!" ideata da me e dal mio collega Alessandro Ricci. Come promesso dal preside, potremo organizzarne altre liberamente.
Ci tenevo molto. Da anni cercavo di realizzare un evento di questo tipo. E mi piacerebbe allargare l'argomento alla normale lezione. Probabilmente potrò farlo quando, con la messa a punto della nuova riforma Gelmini, mi verranno assegnate anche le quarte e le quinte. Questo aspetto monografico relativo alle connessioni tra cucina, sala, bar, servizio ("Camerierato", si può dire così?), galateo, enologia e cinema è la mia passione da molti anni, ancora non sopita, proprio perché non ancora espressa ai massimi livelli e, quindi,esaurita.
Masterpiece della serata un video (confezionato con l'ausilio prezioso di mio fratello Maurizio) diviso in due parti (DVD 1 e 2) con scene tratte da film a tema culinario-alimentaristico-nutrizionistico o con clip estrapolate da film di tutt'altra natura, ma efficaci per la loro intensità espressiva, relativamente all'argomento trattato.
Per questo primo lavoro ho scelto l'ordine cronologico, partendo da uno dei 10 primissimi cortometraggi dei fratelli Lumière proiettati nel 1895 "Le repas du bébé", passando per "Sorcellerie culinaire" di George Meliès, "Pranzo di Gala" con gli indimenticabili Stanlio e Ollio, "La febbre dell'oro" e "Tempi moderni" di Charlie Chaplin; pezzi rari insomma, come "La regina Cristina" e "La signora delle camelie" interpretati dalla divina Greta Garbo, ma anche tanto Totò: "Miseria e nobiltà", accompagnato da Peppino De Filippo, imprescindibile sua spalla in molti film, in "Totò, Peppino e la dolce vita" o nel fantastico "Totò, Peppino e i fuorilegge" nel quale si aggiunge l'apporto decisivo dell'attrice che considero la migliore caratterista del Novecento, Titina De Filippo.
E ancora "Dracula", "Intervista col vampiro", "Gosford Park", "Quel che resta del giorno", "L'ultima eclissi". Tutti i generi dunque, compresi i cartoni animati: "Lilli e il vagabondo" e "Ratatouille" chiudono, per modo di dire, il primo collage che è un work in progress a tutti gli effetti. Il tema del cibo, d'altronde, è un topic decisivo, fondametale, insostituibile dell'uomo, quindi delle storie raccontate nei film, cioè del cinema in generale. Ho scavato in una cinquantina di film circa per questa occasione, ma sono sicuro che concentrandomi meglio potrò trovarne altrettanti per la seconda cena! Ad Maiora.


























































































Sequenza completa:
-Le repas du bébé (1895, Fratelli Lumière)
- Sorcellerie culinaire (1904, George Méliès)
- Febbre dell’oro (1925, Charlie Chaplin)
- From soup to nuts (Pranzo di gala) (1928, Edgard Kennedy)
- La regina Cristina (1933, Rouben Mamoulian)
- Tempi moderni (1936, Charlie Chaplin)
- Marguerite Gauthier (1936, George Cukor)
- Via col vento (1939, Victor Fleming)
- Perdutamente (1946, Jean Negulesco)
- Ladri di biciclette (1948, Vittorio De Sica)
- Nodo alla gola (1948, Alfred Hitchcock)
- Eva contro Eva (1950, Joseph L. Mankiewicz)
- Miseria e nobiltà (1954, Mario Mattòli)
- Un americano a Roma (1954, Stefano Vanzina)
- Lilli e il vagabondo (1955, Clyde Geronimi, Wilfred Jackson e Hamilton Luske)
- Totò, Peppino e i fuorilegge (1956, Camillo Mastrocinque)
- Improvvisamente l’estate scorsa (1959, Joseph L. Mankiewicz)
- Totò e la dolcevita (1961, Sergio Corbucci)
- Colazione da Tiffany (1961, Blake Edwards)
- Che fine ha fatto Baby Jane? (1962, Robert Aldrich)
- Il Gattopardo (1963, Luchino Visconti)
- Piano, piano dolce Carlotta (1964, Robert Aldrich)
- Roma (1972, Federico Fellini)
- Film d’amore e d’anarchia (1973, Lina Wertmüller)
- La grande abbuffata (1973, Marco Ferreri)
- Assassinio sull’Orient Express (1974, Sidney Lumet)
- Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto (1974, Lina Wertmüller)
- Delitto sotto il sole (1982, Guy Hamilton)
- Donne sull’orlo di una crisi di nervi (1988, Pedro Almodóvar)
- La guerra dei roses (1989, Danny De Vito)
- Il tè nel deserto (1990, Bernardo Bertolucci)
- Dracula (1992, Francis Ford Coppola)
- Quel che resta del giorno (1993, James Ivory)
- Intervista col vampiro (1994, Neil Jordan)
- Ultima eclissi (1995, Taylor Hackford)
- Titanic (1997, James Cameron)
- La vita è bella (1997, Roberto Benigni)
- Vatel (2000, Roland Joffé)
-Incantesimo napoletano (2002, Paolo Genovese e Luca Miniero)
- Il signore degli anelli- Il ritorno del Re (2003, Peter Jackson)
- La finestra di fronte (2003, Ferzan Özpetek)
- Marie Antoinette (2006, Sofia Coppola)
- Ratatouille (2007, Brad Bird)
- Mine vaganti (2010, Ferzan Özpetek)


https://www.youtube.com/watch?v=C4nhNMdg07s



2 commenti:

Anonimo ha detto...

Vista "la grande abbuffata" (la grande bouffe) con Tognazzi del '73 ?

Biagio ha detto...

Certo, certo. E' stato inserito nel dvd!
Ora posto la lista dei film presi in considerazione. Se ti vengono in mente film che ho tralasciato fammelo sapere!
Grazie.