novembre 24, 2010

Veuve Clicquot Ponsardin

Correva l'anno 2006...
E' stato l'anno della prima vittoria al Concorso indetto dal CIVC di Milano "Cucina regionale e Champagne". Il primo viaggio-premio di una certa importanza. Una settimana, tutto pagato, a Reims con lezione, approfondimento e analisi organolettica di 3 tipi di champagne diversi il primo giorno al CIVC di Epernay. Già la sera prima, dopo la sistemazione nelle camere, la cena in albergo prevedeva un menù abbinato a champagne, era ovvio. Quindi appena arrivati già pasteggiavamo a champagne. Chi ci poteva credere? Negli anni successivi, diventando veterani delle vittorie, ci siamo fatti l'abitudine e non ci ha sorpreso più di tanto, ma la prima volta un'accoglienza così sembrava un sogno.
Reims non mi era nuova: ci andai la prima volta da studente, durante una gita scolastica. E ancora: ci si può chiaramente organizzarsi una gita privatamente e farsi le più svariate "Visites des caves" in tutte le maisons che si desidera. Basta pagare un tot e visita guidata più degustazione sono assicurate. Un altro conto è arrivare lì da trionfatori, da star, e farsi il red carpet più bello in assoluto: quello dei sotterranei, dei cunicoli, delle cantine scavate nel tufo di origine gallo-romaniche della Veuve Clicquot.
E' stata la prima grande maison che abbiamo visitato e solo ad evocarne il ricordo ci emozioniamo ancora. Abbiamo imparato di più sulla vedova più famosa del mondo. Dopo la visita della casa abbiamo pranzato nella cornice suggestiva di una sala-ricevimenti ricavata da un primo livello sotterraneo con volte di mattoni. Menu da catering e mise en place in tinta con la caratteristica ed unica tonalità di giallo che connota l'etichetta "carte jaune" del famoso vino.
Le altre aziende visitate sono state: De Castellane, Pannier e Goutorbe.
Non avevo ancora scritto di quell'esperienza, caricato le foto e il notevole materiale poiché questo blog è nato due anni dopo quel viaggio che ha rappresentato per alcuni di noi l'inizio di una duratura ed intensa passione.



































































































































































































































































































































































































Nessun commento: