novembre 17, 2008

Lezione N° 5: La sala ristorante (seconda parte)

I materiali per la pavimentazione più usati sono, in ordine di importanza:

- Parquet: il pavimento in legno è diventato di gran moda negli ultimi anni, molti lo usano anche nelle case ad uso privato. Rende l'ambiente raffinato, conferisce un'atmosfera intima e calda. Ce ne sono di diverse tipologie, con listarelle o (più pregiati) con listoni, e in diversi colori, naturali (chiari, bruni, rossi, scuri o bianchi) o verniciati artificialmente (bordeaux) o vetrificati. Si usura facilmente e per questo motivo dopo i primi anni bisogna regolarmente passare la cera e lucidarlo. Richiede dunque una manutenzione accurata: è molto delicato e soggetto a graffi e ad ammaccamenti di ogni genere, ma forse, per alcuni, il fascino del parquet sta proprio in quest'aria "vissuta" che acquista col passare del tempo.
- Marmo: è un materiale molto elegante, si adatta ad ogni tipo di ambiente e, sebbene possa rendere l'atmosfera un po' fredda, garantisce una buona facilità di manutenzione e pulizia. Ci sono anche altre tipologie di materiale simile al marmo (granito, pietra, quarzite, ardesia, travertino) che ha durata eterna, molto resistente alle abrasioni e ai graffi. Si igienizza con prodotti appositi, ma anche con acqua calda e un tappino di ammoniaca o acqua calda e alcol denaturato. Si lucida passando la cera e "tirandola" con la lucidatrice.
- Cotto: conferisce una calda tonalità e rappresenta una interessante soluzione per i locali rustici (locali tipici di campagna, cascinali, agriturismo). Presenta alcune diffoltà di manutenzione in quanto assorbe rapidamente grassi e liquidi ecco perchè solitamente viene trattato con vernici antimacchia. Sono molto richiesti anche degli accostamenti tra cotto e ceramica, cotto e legno, cotto e pietra che, oltre a risultare particolarmente eleganti, personalizzano efficacemente l'ambiente.
- Gres porcellanato
- Ceramica
- Moquette
- Linoleum
- Gomma
- Tappeti

Nessun commento: