ottobre 16, 2013

Le favolose tavole edoardiane di Downton Abbey

Siamo arrivati alla terza puntata, della quarta stagione, del serial televisivo "Downton Abbey", osannato addirittura da Michelle Obama.
Un must da vedere tutto d'un fiato, soprattutto per chi intende imparare tutto sul servizio di sala e sulle mises en place dei tavoli.
Con l'ausilio di valletti, lacché, maggiordomi, cameriere, cuoche e aiutocuoche, va in scena l'aristocrazia post vittoriana, tra gioie e dolori, amori e invidie, nella grande magione di Downton. La gerarchia ferrea della servitù e il rispetto granitico delle regole sono il punto di forza della casa che si regge esclusivamente sull'aiuto del personale di servizio. Di più: vivono in simbiosi: la classe inferiore, che vive ai piani bassi, scimmiotta e copia il comportamento dei ricchi signori che vivono di sopra.
Downstairs e upstairs, come in "Gosford Park" (2001) di Robert Altman, film ispirante e punto di partenza della narrazione, sceneggiato da Julian Fellowes, lo stesso creatore e produttore della serie. Maggie Smith, già presente nel film di Altman nel ruolo della anziana zia Costance, riveste i panni della acidissima nonna, cinica e severa, ma, allo stesso tempo, anche amorevole e saggia.
La cura e l'attenzione per i particolari (dalle cucine alle stanze alle sale da pranzo) fanno di questo telefilm uno strumento fondamentale di approfondimento e di arricchimento professionale per chiunque intenda, un giorno, intraprendere la carriera alberghiera.
Come sempre da vedere rigorosamente in lingua originale, sottotitolato in italiano.











 http://it.wikipedia.org/wiki/Et%C3%A0_edoardiana

Nessun commento: